FANT4STIC – Miles Teller e Michael B. Jordan protagonisti del reebot del 2015

///FANT4STIC – Miles Teller e Michael B. Jordan protagonisti del reebot del 2015

FANT4STIC – Miles Teller e Michael B. Jordan protagonisti del reebot del 2015

Basato sulla versione ultimate del gruppo protagonista, il lungometraggio di Josh Trank riavvia il franchise cinematografico a cui ha dato il via Tim Story con I fantastici 4 del 2005 per poi proseguire con il capitolo I Fantastici 4 e Silver Surfer del 2007. Non acclamato dalla critica[1] nonostante la vittoria del CinemaCon per miglior cast, il film pone in risalto l’intraprendenza talvolta ingenua degli scienziati chiamati a fare la differenza nel tele-trasporto, mansione per la quale finiranno per mettersi nei guai decidendo di sperimentarla in prima persona.

Convocati dal dottor Franklin Storm (Reg. E. Cathey) per mettere a frutto l’esperienza casalinga del trasferimento di materia, Reed Richards (Miles Teller) e Ben Grimm (Jamie Bell) dovranno guidare il gruppo della Fondazione Baxter alla scoperta del portale quantico e del Pianeta Zero, servendosi dell’aiuto della perspicace Susan (Kate Mara) e di suo fratello Johnny (Michael B. Jordan). Catapultati nella realtà parallela oggetto delle loro ricerche, i personaggi subiranno una trasformazione acquisendo poteri sovraumani, quali l’estensione, l’invisibilità, il fuoco e la rocciosità, decidendo di studiare i propri atomi e tornare lì per recuperare Victor (Toby Kebbell), il quale, fusosi con la superficie extra-terrestre, tornerà molto cambiato. Tracciando l’identità degli eroi, il film affronta la genesi della formazione dei Fantastici Quattro, i quali, divenuti Mister Fantastic, la Donna Invisibile, a Torcia Umana e La Cosa, decideranno di salvaguardare il Mondo attraverso i nuovi poteri e soprattutto mediante l’intelletto. Arrivato in Italia il 10 Settembre del 2015, il prodotto aveva subito diversi slittamenti per quanto riguarda l’uscita statunitense, da Dicembre del 2012 ad Agosto del 2015, presentandosi come prodotto caratterizzato principalmente dall’alchimia generazionale tra gli interpreti e dalla soundtrack composta da Marco Beltrami e Philip Glass, presumibilmente penalizzato dai deboli effetti speciali[2], dando adito ai rumors di un nuovo reebot previsto per il 2022[3],


[1] cfr WIKIPEDIA

[2] cfr IL POST

[3] cfr MOVIEPLAYER

By | 2020-06-02T01:15:06+02:00 Giugno 1st, 2020|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

FlashivE