WHITE HOUSE DOWN – la versione di Emmerich di attacco all’Olimpo, il VI anniversario

/, News, Recensioni/WHITE HOUSE DOWN – la versione di Emmerich di attacco all’Olimpo, il VI anniversario

WHITE HOUSE DOWN – la versione di Emmerich di attacco all’Olimpo, il VI anniversario

Interpretato dal dinamico Chaning Tatum nei panni di un padre apprensivo e caparbio, Sotto Assedio di Roland Emmerich riprende un tema molto caro agli americani, quello della minaccia alla storia del Paese intero. Proprio come accadeva in Attacco al Potere, infatti, il prodotto cinematografico risulta allestito attorno all’attacco terroristico ai danni della Casa Bianca e del Presidente, qui interpretato da Jamie Foxx, obiettivo di una rappresaglia fondata sul tradimento da parte di Martin Walker (James Woods).

Capo della sicurezza presidenziale, il carattere interpretato da Woods sarebbe intenzionato a distruggere il Capo dello Stato e la sua residenza a causa di vecchie ferite giammai rimarginate, artefice di un piano studiato nei minimi dettagli a cui potrà porre rimedio soltanto John Cale (Channing Tatum). Respinto dall’agente capo dei servizi segreti, il protagonista dovrà agire in veste non ufficiale per portare in salvo Sawyer e ritrovare sua figlia, a descrivere i livelli tematici fondamentali del film, la protezione del Presidente e il rapporto padre – figlia, posti quasi in simbiosi e strutturati singolarmente in riferimento, da una parte, alla tenacia di un uomo e all’amore di un padre, dall’altra. Strutturato su una sceneggiatura corale, il tessuto cinematografico del film risulta arricchito dall’intervento di un notevole apparato di voci, da personaggi meno coinvolti a caratteri partecipi del disagio in pellicola, passando da ruoli chiave come quello di Carol Finnerty (Maggie Gyllenhaal) a ruoli di contorno come quello del vice presidente Hammond (Michael Murphy), a cui la regia dedica ben poche scene. Fulcro del film l’attacco organizzato da parte della squadra guidata da Emil Stenz (Jason Clarke), un agguato diversificato tra lancia razzi sul tetto, missili aerei e soprattutto terrore all’interno dell’abitazione più sicura al Mondo (cit.), il tutto aggravato dalla detenzione di numerosi ostaggi, tra cui la giovane co – protagonista del film, artefice dello scambio informativo a portata di smartphone e di molto altro, a smascherare – grazie al ruolo cardine del padre – anche l’altro colpevole nella persona di Raphelson (Richard Jenkins).

By | 2020-05-05T01:07:28+02:00 Settembre 26th, 2019|Cinema, News, Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio