WILL SMITH/MARTIN LAWRENCE – nomination per la miglior coppia agli MTV Movie Awards del 1996

///WILL SMITH/MARTIN LAWRENCE – nomination per la miglior coppia agli MTV Movie Awards del 1996

WILL SMITH/MARTIN LAWRENCE – nomination per la miglior coppia agli MTV Movie Awards del 1996

Usciti nel 1995, nel 2003 e nel 2020, i tre film della serie cinematografica brillano per il contenuto action con risvolti comedy sullo sfondo delle inchieste condotte dalla polizia di Miami, ma ancor più per la spontaneità e l’interpretazione della spumeggiante coppia protagonista, artefice di un discorso – specie nel film attualmente in sala – lungo il contatto con se stessi e con la propria intimità. Prendendo in prestito dai precedenti di Michael Bay alcune delle particolarità più emblematiche dei loro personaggi, i registi Adil El Arbi e Bilall Fallah dirigono i due attori all’interno dell’artefatto che li ha resi delle celebrità del cinema action.

In virtù di un disegno condotto in ottica evoluzionistica, il nuovo atto della serie poliziesca fornisce un ragguaglio sulle potenzialità del duo protagonista caricandolo di humor e tratteggi descrittivi circa le nuove ambizioni di caccia al crimine, da una parte, e volontà di godersi la famiglia, dall’altra. Proprio questa la principale differenziazione della personificazione fornita ai caratteri di Mike Lowrey e Marcus Burnett, il primo uomo sprezzante del pericolo, volto al contatto adrenalinico con la realtà e il secondo un combattente più posato dedito alla famiglia e mosso dall’ambizione di una vita tranquilla. Caratterizzata dall’alchimia tra i protagonisti, l’intera produzione relativa ai cattivi ragazzi (cfr) sembrerebbe volgere, infatti, verso la natura di good men (cit.), o almeno così sembra presagire il detective interpretato da Lawrence, da sempre volto a penetrare l’animo dei criminali con il suo cuore (cfr). Questo un altro punto di contatto con i precedenti, la ripresa, cioè della qualità di Burnett nell’apprezzare la vita relegandola ad un disegno superiore di fede e speranza, caratteristica, questa, emblema della caratterizzazione contrapposta tra i due detective al servizio del pittoresco Capitano Howard (Joe Pantoliano), una dualità, quella tra i due interpreti, apprezzata dal grande pubblico e non solo.

By | 2020-05-03T17:37:16+02:00 Febbraio 22nd, 2020|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio