RAFFAELLA CARRÁ – addio ad una grande ambasciatrice di cultura italiana nel Mondo

/, Speciali, TV/RAFFAELLA CARRÁ – addio ad una grande ambasciatrice di cultura italiana nel Mondo

RAFFAELLA CARRÁ – addio ad una grande ambasciatrice di cultura italiana nel Mondo

Sarà sempre ricordata come la frizzante regina del varietà televisivo anche per il suo show anni ’90 Carramba che Sorpresa che – per alcune edizioni legate alla Lotteria Italia – divenne Carramba che fortuna, grazie a cui è entrata nelle case degli italiani dal 1995 dopo aver esordito al cinema all’età di otto anni, partecipando come attrice bambina al film Tormento del passato del 1952 e successivamente anche a I compagni di Mario Monicelli nel 1963. Volto di cui si sentirà molto la mancanza, l’attrice emiliana – all’anagrafe Raffaella Maria Roberta Pelloni [1] – è stata anche showgirl, ballerina, cantante, conduttrice e autrice sia per la radio che per la televisione.

Oltre ad aver collezionato – come nel caso di quella del 2012 al Concerto per l’Emilia a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto – partecipazioni umanamente rilevanti, la Carrà ha anche ricoperto ruoli in diverse pellicole e preso parte a trasmissioni televisive come The voice of Italy, aggiudicandosi numerosi riconoscimenti come ben 22 dischi d’oro e di platino in Italia e all’estero, oltre 10 Telegatti, diversi Premi alla regia televisiva e, tra gli altri, un Premio simpatia nel 2007. Proprio da qui si potrebbe partire per un tributo alla grande donna capelli biondo platino, celebrando, cioè, la sua vena ironica, la sua sprezzante attitudine coinvolgente e comunicativa, il suo saper divertire e far sorridere, partecipando anche a diverse pellicole come Colpi di Fortuna nel 2013. Diretto da Neri Parenti, il film vede l’artista bolognese calcare il palco della settima arte con attori come Lillo e Greg per un prodotto che schiera nel cast anche Christian De Sica, tra gli altri. Diviso in tre episodi, il film procede per un tratteggio comico in tutte le storie narrate, la prima relativa ad una contesa amorosa tra Mario (Luca Bizzarri) e Piero (Paolo Kessisoglu), la seconda riguardante la superstizione del dottor Gabriele Brunelli (Christian De Sica) che si scontra con l’astuzia dell’interprete Bernardo Fossa (Francesco Mandelli) e la terza in cui vediamo Felice Memmola (Lillo) fare di tutto per danzare ancora tra le file della sua dea Raffaella Carrà che, naturalmente, interpreta se stessa. Instillato tutto sul tono esilarante e affascinante della commedia all’italiana, il film punta sullo spirito di coinvolgimento e divertimento, facendolo attraverso la superbia di coppie comiche come Luca e Paolo o Lillo e Greg e conseguendo un ottimo risultato anche grazie alle autorevoli maschere schierate, con i loro interpreti, nel brillante cast. Attorno alla stella della televisione italiana, icona della cultura del Nostro Paese nel Mondo, si stringe l’intero mondo dello spettacolo e non soltanto, proprio a testimonianza della sua anima eclettica e travolgente anche nella risata, interprete di successi generazionali e senza tempo come, giusto per citarne alcuni, Pedro Pedro, Tuca Tuca, Fatalità, Ma che musica maestro, A far l’amore comincia tu e Rumore, canzoni che, oltre ad essere una colonna sonora generazionale, sono state tra l’altro remixate da dj e producer famosi come Bob Sinclar.

[1] n. Bologna, 18/06/1943 – m. Roma 05/07/2021

By | 2021-07-07T20:16:45+02:00 Luglio 5th, 2021|Cultura, Speciali, TV|0 Comments

About the Author:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: