PITCH PERFECT 3 – unità e complicità alla conquista dello show-business

///PITCH PERFECT 3 – unità e complicità alla conquista dello show-business

PITCH PERFECT 3 – unità e complicità alla conquista dello show-business

Annunciato atto finale di una clamorosa avventura condita di spettacolo, reciprocità ed interazione, il terzo capitolo dell’amata trilogia musicale da record si sviluppa dalla necessità delle Barden Bellas di rivivere le emozioni appartenenti agli anni del college, passate ma mai dimenticate.


Spinte dal desiderio di salire ancora sul palco e cantare di nuovo insieme, Beca (Anna Kendrick), Chloe (Brittany Snow), Aubrey (Anna Camp), Emily (Hailee Steinfeld) e Ciccia Amy (Rebel Wilson) partiranno alla volta di un tour oltre-oceano al fianco delle truppe americane, occasione per farsi notare dalla star del momento Dj Khaled. La posta in gioco è davvero molto alta, la possibilità di aprire i concerti del noto produttore e disk jokey statunitense, il quale dovrà valutare diversi artisti e formazioni. Ad animare lo show sarà, dunque, un intenso spirito di competizione, variante tematica, questa, posta sullo sfondo della sceneggiatura della commedia musicale. Dovendo far i conti – contrariamente a quanto accadeva nelle sfide classicheggianti di canto a cappella – con differenti approcci musicali di tipo strumentale, le Bellas non potranno far altro che puntare sulle qualità vocali e sul supportarsi vicendevolmente, proprio come una famiglia (cit.), cantando unicamente per loro stesse e facendosi coraggio l’un l’altra. Diretto da Trish Sie, il lungometraggio è uscito nelle sale italiane dal 14 Giugno 2018 e risulta arricchito da un contenuto musicale significativo e da scenografie naturali, ponendosi su due piani distinti di narrazione, affrontando sia lo spirito di squadra tra le protagoniste che la storia della loro profonda amicizia, arrivando ad una risoluzione profondamente altruista e dai coinvolgenti risvolti tematici di tipo comedy e persino action.

By | 2021-04-01T13:06:41+02:00 Settembre 30th, 2020|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio