OVERDRIVE – “la fortuna aiuta gli audaci” (cit.)

///OVERDRIVE – “la fortuna aiuta gli audaci” (cit.)

OVERDRIVE – “la fortuna aiuta gli audaci” (cit.)

Uscito in sala il 23 Agosto 2017 e in prima visione ieri sera su Italia 1, l’action movie di Antonio Negret prende spunto dalla storia del legame tra i due fratellastri Foster, uniti dal rapporto di parentela e dalla comune passione per le auto di lusso, trasmessa loro dal comune genitore. Ambiziosi ladri di auto d’epoca, Andrew (Scott Eastwood) e Garret (Freddie Thorp) si troveranno a dover far i conti con la criminalità organizzata e con il rischio di perdere una persona cara.

Si tratta di Stephanie (Ana de Armas), donna legata sentimentalmente ad Andrew e rapita nel mercato di Marsiglia dagli uomini della vittima dell’ultimo colpo finito male Jacomo Morier (Simon Abkarian). Ricattando i protagonisti grazie alla minaccia nei confronti dell’incolumità della donna, il noto mafioso e miliardario francese potrà far leva su sentimenti diretti e indiretti degli uomini richiedendo una sorta di riscatto in auto, un esemplare raro detenuto nel garage di Max Klemp (Klemens Schick). Per completare il colpo, reso molto difficoltoso anche dalle misure di sicurezza nella proprietà del boss, i due recluteranno una squadra facendo affidamento sulle conoscenze di Devin (Gaia Weiss), amica di Steph ed esperta ladruncola di zona che farà breccia nel cuore di Garrett, in realtà molto prevenuto sulle donne a causa dell’esito di una precedente relazione. Saranno audacia, astuzia e soprattutto l’elevata posta in gioco a condurre i Foster verso la risoluzione dell’ingaggio, tema di fondo di un prodotto che, strutturato lungo una brillante colonna sonora d’effetto, risulta costruito sulla varietà multietnica del cast e sul chiaro riferimento a film di genere thriller e action come le serie cinematografiche di Ocean’s e Fast and Furious. Altro elemento determinante della pellicola, oltre all’espressività e alla presenza scenica del figlio d’arte nei panni di Andrew, è lo sfoggio delle auto di lusso e bolidi fiammanti oggetto dei possedimenti delle vittime dei protagonisti, quasi ad affrescare lo stesso fascino di cui si rende partecipe lo spettatore, quello per l’automobilismo e per i suoi gioielli.

By | 2020-03-25T01:03:24+01:00 Marzo 3rd, 2020|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio