LADY GAGA – la solidarietà della stella del pop

/, Musica, News/LADY GAGA – la solidarietà della stella del pop

LADY GAGA – la solidarietà della stella del pop

All’anagrafe Stefani Joanne Angelina Germanotta[1], l’acclamata popstar deve la sua smisurata fama anche ai numerosi riconoscimenti e successi ottenuti sia nella Musica che nel Cinema, assicurandosi una grande attenzione mediatica grazie – come è possibile notare anche dai video presenti sul suo canale YouTube – a modi particolarmente eccentrici e ad un outfit stravagante. Facendo molto parlare di sé e spiccando nella musica contemporanea come cantautrice e brillante performer, l’artista statunitense gode di un largo successo social e discografico, non mancando di piazzare ogni suo nuovo singolo all’interno di importanti classifiche internazionali e dando maestranza di evidenti qualità musicali e doti artistico-trasformistiche notevoli.

Autrice di una nuova e recente release video, l’artista continua a far breccia nello spettacolo e nell’arte visiva attraverso la fusione di aneddoti musicali e scenografici, conquistando una spiccata audience di fan/seguaci e contando anche su una differenziazione tematica tra discorsi meramente personali fino allo studio di ciò che accade nel Mondo, motivo per cui avrebbe deciso di organizzare, insieme alla Global Citizen[2], una grande rassegna con tantissimi artisti del panorama internazionale della musica, nel tentativo di far ulteriormente presa sulla coscienza della gente e rimboccarsi le maniche per contrastare ciò che sta devastando le nostre vite. In programma dalle 20,00 PM americane di Sabato 18 Aprile, corrispondenti alle italiane 02,00 AM del 19 Aprile, la kermesse social ospiterà, insieme alla promotrice dell’evento, Alanis Morisette e John Legend, anche i già annunciati Paul McCartney, Elton John, Stevie Wonder e Andrea Bocelli[3], tra gli altri. Artista largamente ispirata, Lady Gaga  ha fatto breccia nel mondo contemporaneo dello spettacolo e dell’arte, costruendo il suo personaggio “tragressivo” a partire dalla scelta del nome d’arte che, verosimilmente tratto dal titolo del brano Radio Ga Ga, richiama i ritmi forsennati dei Queen, assegnando così anche un valore aggiunto a se stessa e alle sue canzoni. Grande evento benefico di sensibilizzazione e aiuti alla ricerca, One World Together at Home sarà trasmesso, oltre che in diretta streaming su Youtube, Facebook, Prime Video e Twitter, anche sulle reti televisive di ABC, CBS, NBC, BBC Music e MTV [AGG], preannunciando uno spettacolo potente e significativo per bacino d’utenza e contenuti. Di natali newyorkesi, la musicista si è fatta anche portavoce di un forte messaggio solidale, rispondendo al periodo attuale e raccogliendo una cifra considerevole da destinare alla ricerca[4]. Sono tantissime le iniziative di artisti e volti noti dello spettacolo che – in questi giorni – stanno circolando in rete e sui social, a testimonianza della necessità di stringersi attorno a qualcosa che rispecchi un linguaggio universale per rispondere all’isolamento che, inevitabilmente, condiziona i nostri giorni. Organizzato con l’obiettivo di sostenere l’Oms per arginare l’attuale emergenza sanitaria, il megaconcerto virtuale patrocinato dalla showgirl newyorkese intende sottolineare l’importanza di condividere e raccogliere fondi per dar modo ai ricercatori di trovare un rimedio a ciò che si sta verificando in tutto il Mondo. Protagonista di un incontrastato successo garantitole da brani come Poker face, Applause, Born this way, Just Dance, la cantautrice americana ha esordito anche nel mondo della Settima arte interpretando la protagonista del film A star is born di cui ha curato anche la colonna sonora, vincendo anche il Premio Oscar per la miglior canzone con Shallow.

AGGIORNAMENTO 18/04/2020 : sarà possibile seguire la diretta dell’evento anche su Rai 1, Rai Play e Radio 2 dalle ore 01.45 di Domenica 19 Aprile – cfr Ufficio Stampa Rai


[1] Nata a New York il 28/03/1986

[2] cfr Rockol

[3] cfr 105

[4] cfr MTV

By | 2020-04-18T22:33:10+02:00 Aprile 7th, 2020|Eventi, Musica, News|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio