CHARLIE’S ANGELS, PIÙ CHE MAI – una nuova azione sotto copertura portata all’estremo

///CHARLIE’S ANGELS, PIÙ CHE MAI – una nuova azione sotto copertura portata all’estremo

CHARLIE’S ANGELS, PIÙ CHE MAI – una nuova azione sotto copertura portata all’estremo

Seguito della pellicola Charlie’s Angels del 2000 e secondo capitolo cinematografico ispirato all’omonima serie anni settanta, il lungometraggio si apre – in un certo senso – lì dove ci aveva lasciato il precedente, sulla simbiosi, cioè, sviluppatasi tra le protagoniste, tanto da muoversi all’unisono.

Sullo sfondo della sceneggiatura l’elemento del doppio-giochismo da parte di Madison (Demi Moore),la quale sembra puntare sul suo ascendente sulle tre donne e sull’ammirazione da parte di Natalie (Cameron Diaz). Diretto da McG, raccontato tramite piccole storie non necessariamente in relazione tra loro e scandito anche da scene acrobatiche,il film mette in risalto nuovamente la tematica della collaborazione e del supporto tra Alex (Lucy Liu), Dylan (Drew Barrimore) e Nat come in una famiglia (cit.), carta vincente, questa, all’interno della Townsend di Charlie. Analogo al precedente capitolo, il cast del film vanta la presenza di Bruce Willis e Bernie Mac, rispettivamente nei panni del detentore degli anelli rubati William Rose Bayley e di Jimmy Bosley, fratello del carattere interpretato da Bill Murray nell’episodio precedente. Puntando sulle doti di combattimento e di risoluzione delle ingiustizie dei caratteri principali, il prodotto cinematografico spicca, inoltre, per una colonna sonora accattivante, costituita dalle musiche di Pink, David Bowie, Bon Jovi e Donna Summer, tra gli altri. Caratterizzato da una narrazione ad episodi, il lungometraggio dà spazio anche a trattazioni più leggere e agli interventi di Jason (Matt Le Blanc), Pete (Luke Wilson) e del padre di Alex, caratteri di raccordo con la routine quotidiana delle donne.

By | 2018-11-18T00:40:38+01:00 Agosto 19th, 2018|Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio