CAPTAIN AMERICA – da ragazzo esile e indifeso a primo vendicatore

///CAPTAIN AMERICA – da ragazzo esile e indifeso a primo vendicatore

CAPTAIN AMERICA – da ragazzo esile e indifeso a primo vendicatore

Tratta dai Fumetti Marvel Comics e parte integrante dell’Universo Cinematografico Marvel, la storia dell’ambizioso ragazzo di Brooklyn interpretato da Chris Evans riflette – in un certo senso – l’anima dell’intera produzione, presumibilmente volta all’incarnazione di quel sentimento patriottico che sarebbe innegabilmente lecito per ogni Nazione. Tre sono le pellicole costruite intorno alla personalità di Steve Rogers (Evans), un esile ragazzo che, privato della possibilità di arruolarsi per la sua salute cagionevole, sarà sottoposto al processo di rigenerazione cellulare attuato dal dottor Epskins (Stanley Tucci) e Howard Stark (Dominic Cooper), diventando un massiccio soldato e potendo indossare una stravagante uniforme innanzitutto per liberare le milizie prigioniere dei nazisti, soggetto del film Captain America: The first avenger, lottare con uno spietato soldato de riportare un amico in sé in Captain America: The winter soldier e combattere una guerra interna in Captain America: Civil war.

In onda questa sera su Rai 2, il primo capitolo della serie presenta sul grande schermo l’inizio della storia relativa al simbolo americano che, dopo esser divenuto un grande fenomeno pubblicitario, sceglierà di incarnare realmente gli ideali della sua Nazione e gettarsi in battaglia per sconfiggere l’HYDRA. Catturata l’attenzione mediatica su di se, il capitano Roger deciderà di imbarcarsi da solo in una battaglia funesta, finendo per risvegliarsi, 70 anni dopo, all’interno di un ospedale dello S.H.I.E.L.D. al cospetto di Nick Fury (Samuel. L. Jackson) e Natasha Romanoff (Scarlett Johansson). Elemento clou dell’intero franchise Marvel, proprio l’organizzazione diretta dal carattere interpretato da Jackson diventa il punto di collegamento tra le vicende precedenti e successive al prodotto in oggetto che, nonostante sia uscito nel 2011[1], si pone in una posizione anteriore lungo il tracciato temporale dell’MCU, vertendo su avvenimenti antecedenti a quelli narrati nei primi due Iron man del 2008 e 2010. Elaborato mix tra fantascienza e azione, il prodotto, avvalorato anche da una componente musicale avvincente[2], pone le premesse, come già evidente nel film di apertura del franchise, per affinare il discorso sui personaggi creati da Stan Lee e Jack Kirby, potenze superiori ricercate dall’agenzia fittizia guidata da Fury per comporre il puzzle degli Avengers, una squadra allestita sulla base dell’ingegno e dell’astuzia di chi entrerà a farne parte, dal primo vendicatore interpretato da Chris Evans per un ruolo valsogli lo Screen Award per miglior supereroe[3], fino ad arrivare agli ultimi anni con lo schieramento costante di nuove e fino ad allora nascoste abilità per garantire la pace nel Mondo.


[1] Il film è uscito nei cinema il 22 Luglio 2011 in contemporanea mondiale, mentre in Italia è arrivato 5 giorni dopo anche in 3D [fonte: WIKIPEDIA]

[2] [FEBBRAIO 2011] incaricato della composizione della colonna sonora del film fu Alan Silvestri | A gestire questi e i futuri diritti musicali di qualsiasi futura produzione Marvel sarà, in base a un contratto formulato a New York il 25 novembre 2008 con la Marvel Entertainment, la Cherry Lane Music Publishing Co.

[3] riconoscimento cinematografico e televisivo diretto ai generi fantasy, horror e fantascienza| creato nel 2006 con l’appoggio del canale televisivo Spike TV, il premio rimase indetto fino al 2011, anno in cui fu proprio il film in oggetto ad aggiudicarsi la statuetta|i vincitori degli Scream Awards venivano determinati dal voto dei fan, che sul sito di Spike Tv potevano votare i loro beniamini, film e serie televisive preferite.

By | 2020-05-05T00:49:37+02:00 Aprile 9th, 2020|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

FlashivE