THE ITALIAN JOB – un colpo a tutto gas eseguito con stile

//THE ITALIAN JOB – un colpo a tutto gas eseguito con stile

THE ITALIAN JOB – un colpo a tutto gas eseguito con stile

Pellicola effervescente del 2003, il lungometraggio in oggetto si fonda sulle tematiche del riscatto e della resa dei conti in riferimento al tradimento di Steve (Edward Norton) in seguito ad un furto veneziano di anni prima. Decisi a vendicare il loro stratega John (Donald Sutherland) e a ripagare l’ex socio con la stessa moneta, Charlie (Mark Wahlberg), Lyle (Seth Green), Rob (Jason Statham) e Left Ear (Mos Def) metteranno a segno un colpo in pieno stile italiano, assoldando – tra l’altro – Stella Bridger (Charlize Theron), una professionista in casseforti inconsciamente coinvolta nei fatti.

Ad occupare larga parte del film le fasi di studio e pianificazione in grande stile dell’agguato al bottino sottratto alla squadra dal carattere interpretato da Norton, il quale, ritiratosi a Los Angeles, avrebbe innescato una bomba ad orologeria ferendo il protagonista principale nell’orgoglio, sbarazzandosi, inoltre, del suo mentore. Questo il motivo scatenante la brama di vendetta da parte di Charlie, il sentirsi, cioè, truffato e privato di una figura di riferimento, livelli tematici, questi, certamente significativi nonostante l’ambientazione fuggiasca di fondo del prodotto. Corredato di una efficace componente musicale in stile spy story e crime, The italian job mette in risalto, inoltre, una sceneggiatura costruita sull’amicizia e sulla collaborazione sincronica dei protagonisti, supportati dall’intervento di una figura femminile di rilevante importanza narrativa e scenica, a diversificare il soggetto su un livello motivazionale più profondo. Uscito l’11 Luglio per la regia di F. Gary Gary, il film evidenzia anche un certo sottofondo a automobilistico nell’esecuzione dell’atto principale a bordo di Mini Cooper metallizzate in cui trovano specchio le azioni clou della storia e il loro susseguirsi nel tessuto filmico tra suggestione motoristica e perdizione per l’oro, il tutto inglobato da un sentimento di fondo. Alla base della narrazione una grande impronta tecnica data alle fasi del colpo, il tutto – tra manipolazione dei semafori e precisione esecutiva – eseguito in grande stile.

By | 2019-03-22T01:31:58+02:00 Marzo 21st, 2019|Cinema|0 Comments

About the Author:

Avatar