PROM – il labile confine con una nuova fase della vita

///PROM – il labile confine con una nuova fase della vita

PROM – il labile confine con una nuova fase della vita

In onda stasera in prima serata su Sky Cinema Family, Prom – Ballo di fine anno affronta la tematica dello svago giovanile e dell’attesa del ballo conclusivo degli anni del liceo, serata,questa, sentita come un rito magico dalle multi sfaccettature. Diretto da Joe Nussbaum e uscito il 19 Agosto del 2011 nelle sale italiane, il lungometraggio in oggetto si struttura principalmente attorno alla preparazione da parte di Nova Prescott (Aimee Teegarden), studentessa incaricata di occuparsi delle decorazioni del grande evento.

A fronte di una classica ambientazione dell’high school, il film non manca di offrire agli spettatori la giusta chiave per sognare attraverso le storie costruite attorno alla magica notte liceale. Messa a rischio da un incendio, l’intera organizzazione della notte stellata subirà un deciso rinnovamento ad opera della protagonista interpretata dalla Teegarden con l’aiuto di Jessee (Thomas McDonell) (Alle prese con alti e bassi nelle relazioni, i protagonisti della storia manifesteranno la necessità di far affidamento esclusivamente sui punti più solidi della loro vita, la famiglia, i veri amici e soprattutto se stessi,rivelando, talvolta, sorprendenti evoluzioni della storia, a partire dall’inaspettata coppia formata da Rolo e Athena e passando per la riscoperta del valore dell’amicizia da parte di Simone (Danielle Campbell) nei confronti di un giovane spasimante del secondo anno, senza dimenticare la presa di consapevolezza da parte del ribelle interpretato da McDonell grazie alle parole della madre e all’interazione con Nova. Alla base della sceneggiatura la tematica giovanile della conquista della maturità, affiancata – come si diceva poc’anzi – dalla costruzione sentimentale tra famiglia, amicizia e relazione, valori, questi, tipici del genere teen – movie e idonei a riportare alla mente produzioni come Dawson’s Creek e Orange Country nell’ottica quasi favolistica di una tradizione che va da Happy Days a Beverly Hills. Supportato da una componente musicale degna di nota, il prodotto cinematografico targato Walt Disney si arricchisce di un livello scenografico altamente coinvolgente, oltre che di un gioco di luci magnetico.

By | 2018-12-12T21:25:07+01:00 Dicembre 12th, 2018|Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio