FAST & FURIOUS 7 – l’action movie ad un livello superiore

///FAST & FURIOUS 7 – l’action movie ad un livello superiore

FAST & FURIOUS 7 – l’action movie ad un livello superiore

Impianto scenografico di elevato livello per il settimo capitolo della saga cinematografica incentrata sulle auto da corsa avviata nel 2001, di cui il 13 Ottobre è andato in onda l’ottavo film. Sceneggiatura agrodolce a causa della prematura scomparsa di Paul Walker, uno dei protagonisti, deceduto a novembre 2013 ed inserito, ugualmente, nel lungometraggio per onorarne la memoria.

Arrivato nelle sale italiane il 2 Aprile 2015, il prodotto cinematografico diretto da James Wan annovera nel cast gli interpreti principali dei precedenti capitoli al seguito di Dominic Toretto (Vin Diesel), portavoce per eccellenza del messaggio di cordoglio nei confronti dell’amico fraterno, presente nel film, quest’ultimo, fino al termine grazie anche all’inserimento nel cast dei fratelli Cody e Caleb nel ruolo di controfigure per ultimare le riprese. Nemico da contrastare è, questa volta, Deckard Shaw (Jason Statham), fratello dell’antagonista del sesto episodio del franchise Owen Shaw, sconfitto da Dom e i suoi a Londra. Tornati sulle strade di Los Angeles, laddove tutto era iniziato con l’incontro tra l’agente Brian O’Conner (Paul Walker) e Dom, i nostri beniamini verranno nuovamente ingaggiati da Luke Hobbs (Dwayne Johnson) per contrastare il mercenario interpretato da Statham, ex agente dei servizi segreti britanniciAlla base della sceneggiatura è, nuovamente, la collaborazione con la giustizia, rappresentata dall’agente interpretato da The Rock come nei due precedenti capitoli. Spiegando il finale del prequel cronologico The fast and the furious: Tokio Drift e aprendosi infatti sul funerale di Han, il film spicca notevolmente per l’uso di scenografie mozzafiato ed effetti speciali, accanto ad accorgimenti particolari e mai visti prima come il volo delle auto, tali da alzare il livello di suspance ed adrenalina. Ad arricchire il tasso elevato di special effects le sequenze di paracadutismo ai limiti dell’immaginazione, i combattimenti e i salti nel vuoto di veicoli e personaggi, sottolineando il valore del prodotto, balzato in vetta alle classifiche degli incassi già dopo la prima settimana di proiezione. Non mancano nella narrazione exploit più leggeri e dibattiti telematici di tipo evasivo, primi tra tutti quelli di cui è protagonista Mister Roman Pearce (cit. 2Fast 2Furious), denotando nel contesto molteplicità tematica, tra cui anche il fattore dell’eleganza e il versante della riscoperta di sé in sottofondo, a specificare un manifesto d’effetto relativo al cinema d’azione degli ultimi anni, reso ancor più significativo dalle new entry, tra cui Kurt Russel e Nathalie Emmanuel, rispettivamente nei panni dell’agente Frank Pretty/Nessuno e dell’hacker Megan Ramsey.

By | 2020-08-28T16:21:08+02:00 Ottobre 24th, 2019|Cinema, Recensioni|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio