CONCERTO DI PASQUA 2021 – l’augurio in musica della RAI per una Buona Pasquetta

/, Musica, Report/CONCERTO DI PASQUA 2021 – l’augurio in musica della RAI per una Buona Pasquetta

CONCERTO DI PASQUA 2021 – l’augurio in musica della RAI per una Buona Pasquetta

Andato in onda questa mattina su Rai 2 e disponibile – così come il concerto del duomo di Orvieto – su Raiplay, l’appuntamento musicale in oggetto ha visto esibirsi un manipolo di artisti italiani che, uniti nel trasmettere un messaggio di positività e speranza, hanno fatto sentire la loro voce e la loro vicinanza al pubblico sintonizzato ma non soltanto. È proprio la musica che, insieme alle altre forme di percezione artistica, trasmette – con la sua forza e un’ineguagliabile vena comunicativa – vibrazioni e determinazione anche in momenti difficili come quello in atto. Ad esprimere questo concetto dandogli definizione live sono stati tanti musicisti italiani ed internazionali, con una risonanza elevata nella cultura oltre confine e che travalica il Mediterraneo. Partiamo proprio da qui, dicendo, appunto, che il tema principale della manifestazione canora condotta con dedizione da Elena Ballerini per la regia di Giulio Di Blasi, è infatti quello di un luogo in cui riconoscere le radici ed in questo caso a far da fotografia a questo spazio è proprio il Meridione italiano con il suo mare, suggestione, questa, fotografata anche dalla canzone di Eugenio Bennato Che il Mediterraneo sia.

Ospitato dall’Anfiteatro della Chiesa di Sant’Agostino in Benevento, l’evento è un’occasione per trasmettere – anche attraverso le parole degli ospiti tra medici e organi istituzionali – la speranza, quella fiducia che quanto prima si ripartirà, in modo da poter superare lo stato attuale della scarsa socialità e riprendere la vita in mano, non dimenticando, però, le lezioni che hanno condizionato la vita di tutti. Tra i protagonisti del concerto, accompagnati dall’Orchestra da camera di Benevento tra strumenti ad arco e di percussione, Katia Ricciarelli e il Maestro Paco Ruggieri, i quali hanno deliziato la rassegna rispettivamente di tonalità evocative della lirica e di riferimenti in musica e note alle parole di una figura importantissima per tutti, quella di Madre Teresa di Calcutta, riportata nella lettura di Rosaria Di Cicco, sul palco anche a fianco di Francesca -la voce di Sorrento nel Mondo- Maresca e della sua band. Realizzato con un montaggio differenziato tra live ed extra show, l’evento televisivo risulta davvero accattivante, schierando nel cast anche giovanissimi artisti come il violinista/polistrumentista e direttore d’orchestra Federico Mecozzi e la voce/chitarra del gruppo -In June- Daniela, il tutto strutturato lungo la commistione di generi per cui, ad esempio, lo show ha dato spazio anche alla rispolverata del liscio, reinterpretato in chiave moderna ed elettronica dagli Extraliscio con Daniele Toffolo. Notevoli anche gli effetti videografici che hanno presentato immagini di backstage e fotografie panoramiche sulle bellezze architettoniche della Nazione che amplificano, in uno sguardo talvolta malinconico, la proiezione verso il futuro e il desiderio di ripartenza. Supportata dalle frequenti incursioni letterarie di Maurizio De Giovanni, la carrellata performativa ha dato spazio anche all’arte e ai testi di Eduardo De Filippo, in una video trasmissione alternata alle note folk della band della Maresca nella splendida cornice di Sant’Agostino. A Napoli ci sono grandi musicisti e poi c’è un poeta – queste le parole, in una delle sue ultime interviste, di Pino Daniele, il quale amava riferirsi in questo modo all’amico Enzo Gragnaniello che, anche in virtù di una significativa vena espositiva, riconosce nella musica un mezzo in grado di portare luce e di sconfiggere, quindi, le tenebre. Tra gli altri musicisti alternatisi nella serata registrata e poi mandata in onda sulle reti RAI, anche il virtuoso Peppe Barra e Sal Da Vinci, il quale, esibitosi nella sua Il cielo blu di Napoli, ha anche ritirato un Premio, conferitogli – come accaduto anche per medici, infermieri e altri artisti – dalla città di Benevento e dal Sindaco Mastella, questo e molto altro per un intrattenimento caratterizzato, fondamentalmente, dall’unione di musica da camera e pop, il tutto in una chiave moderna che ha previsto anche espedienti di pizzica e tip-tap.

By | 2021-04-05T22:24:25+02:00 Aprile 5th, 2021|Eventi, Musica, Report|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio