RIVERDALE – Mark Consuelos miglior cattivo ai Teen Choice Awards del 2018

///RIVERDALE – Mark Consuelos miglior cattivo ai Teen Choice Awards del 2018

RIVERDALE – Mark Consuelos miglior cattivo ai Teen Choice Awards del 2018

Trasmessa da The CW in prima visione assoluta negli Stati Uniti dall’11 Ottobre del 2017, la seconda stagione della serie crime é arrivata in Italia il 2 Luglio 2018 per poi passare, dal 1º Luglio 2019, sulle piattaforme streaming Netflix e Prime Video, confermando la vasta audience dei precedenti 13 episodi, innestando una narrazione avvincente e ipnotica tra il thriller e la suspense di fondo.

Scritti e diretti da sceneggiatori e registi differenti, i 22 episodi del serial si incentrano sulla profondità dei rapporti, primo tra tutti quello tra padre e figlio, fulcro tematico, questo, del primo episodio/capitolo 14, in cui Archie (Kj Apa) soccorre Fred (Luke Perry) interpretando una sconcertante angoscia per la vita in pericolo del padre. Livello narrativo molto forte, il legame tra la figura paterna e i suoi discendenti occupa larga parte del prodotto e ne investe i principali protagonisti, da Betty (Lili Reinhart) a Jughead (Cole Sprouse), la prima nella descrizione del conflitto con il padre Hal Cooper/Black Hood (Lochlyn Munro) e il secondo nell’affresco della ricostruzione di un contatto con l’ex galeotto FP Jones (Skeet Ulrich). Una narrazione, quella condotta lungo tutte le parti del racconto, particolarmente avvincente lungo il doppio gioco di Cheryl Blossom (Madelaine Petsch), l’avidità tendenzialmente innocente di Hernione (Marisol Nichols) e le mire espansionistiche del marito Hiram Lodge (Mark Consuelos), il quale, tornato a Riverdale per prendere il controllo, da voce all’antagonista principale della storia, un avido imprenditore disposto a tutto pur di assicurarsi il dominio della città e delle principali attività commerciali del posto. Scontrandosi con il senso di giustizia del partner della figlia, il losco genitore di Veronica (Camila Mendes) darà adito al suo desiderio di manipolare persone e strutture istituzionali, finendo – come si vedrà nella successiva stagione – per plagiare anche la moglie e indurla a candidarsi come Sindaco in modo da assicurarsi anche il favore delle istituzioni. Di notevole impatto, la serie TV Archie Comics risulta – in virtù della molteplicità di tematiche toccate e dell’interpretazione di un cast scolastico e giovanile – dichiaratamente indirizzata agli adolescenti, finendo, però, per destare un interesse generazionale anche per l’ambizione del protagonista interpretato da Apa, il quale assumerà personalmente l’incarico di sconfiggere e consegnare alla giustizia l’aggressore del protettivo genitore interpretato dal compianto Luke Perry.

By | 2020-05-03T17:33:30+02:00 Marzo 21st, 2020|Recensioni, TV|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio