HOOK – una favola condita di mistero e letteratura

//HOOK – una favola condita di mistero e letteratura

HOOK – una favola condita di mistero e letteratura

Avvalorato dalla conquista di un riconoscimento al BMI Film & Tv Awards per Miglior Colonna sonora e da cinque nomination agli Oscar del 1992, Hook – Capitan Uncino divenne in breve tempo un indiscusso successo commerciale, occupando, altresì, un posto di rilievo tra i lungometraggi di genere commedia ad ambientazione fantasy.

Interpretato da Robin Williams, Dustin Hoffman e Julia Roberts, tra gli altri, il lungometraggio di Steven Spielberg affronta una trattazione classicheggiante nell’ottica dell’avventura di Peter Banning (Robin Williams), avvocato aziendale dal comportamento insensibile verso la moglie Moira (Caroline Goodall) e i figli. Come accade di consueto nel tipo di trattazione cinematografica in oggetto, il protagonista del film andrà incontro alla rivalutazione delle sue convinzioni e del suo rapporto con l’infanzia. Tratta dall’originale animato targato Walt Disney, la pellicola mostra una costituzione fascinosa tra realtà e sogno, versanti tematici rafforzati ancor di più dall’interpretazione – nello specifico – di persone vere, protagoniste di “voli” e “sospensioni” nel circuito del fantastico a stuzzicare l’immaginazione di un pubblico multi-generazionale. Esemplare nel ruolo del giovane eroe dei piccoli, il compianto attore statunitense caratterizza il personaggio di Peter Pan attraverso una grande naturalezza ed uno slancio attrattivo per i più piccoli. Strutturato su una regia superba tra testo reale e contesto immaginario, il film sembra mirare a stuzzicare l’intelletto dello spettatore, coinvolgendolo anche nei voli pindarici di Peter, nemico giurato di Uncino (Dustin Hoffman) e artefice della sollecitazione della molla antagonista e vendicativa del pirata.

By |2018-10-14T17:10:16+00:00ottobre 6th, 2018|Cinema|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio

Leave A Comment