DRIVEN – l’ultima occasione per tornare in pista

//DRIVEN – l’ultima occasione per tornare in pista

DRIVEN – l’ultima occasione per tornare in pista

Elevato tasso di adrenalina e sforamento dei limiti di velocità per la pellicola sul mondo delle corse automobilistiche, scritta e interpretata da Sylvester Stallone nei panni di Joe Tanto, ex pilota ormai ritiratosi a vita tranquilla. Aprendosi sulle difficoltà e sul calo di concentrazione di Jimmy Bly (Kip Pardue), la sceneggiatura trae sviluppo dalla disputa tra la prima guida Nextel e il suo rivale Beau Brandenburg (Til Schweiger) per il titolo mondiale di Formula Cart.

Richiamato ai box dal team manager Carl Henry (Burt Reynolds) per fornire supporto all’esplosione del talento del campione in erba, il saggio carattere di Joe Tanto dovrà aiutare il giovane a ritrovarsi e crescere, motivandolo e portandolo alla conquista del titolo iridato. Turbato dalle pressioni degli sponsor e del fratello Demille (Robert Sean Leonard), la giovane promessa dell’automobilismo riuscirà a maturare – come da previsione del mentore richiamato all’azione – una sempre maggior consapevolezza delle proprie capacità, acquisita interfacciandosi con diverse situazioni e delusioni, compiendo, inoltre, alcune “bravate”, utili, in ogni caso, a comprendere sé stesso. Un action – movie costruito sui temi di tensione e rivalità propri del mondo agonistico, intervallati all’esplicazione del fattore umano in via di sviluppo nei piloti rivali secondo l’insegnamento (cit.) dell’ex. Arricchito dall’apparizione di diversi protagonisti del mondo delle corse, tra cui Montoya, Villeneuve e Alesi, il film di Renny Harlin si arricchirebbe, presumibilmente, della natura di omaggio al mondo dell’automobilismo, tendenza avvalorata anche da molteplici menzioni verbali all’interno del tessuto del prodotto cinematografico, uscito nelle sale italiane nell’Agosto del 2001.

By |2018-07-06T12:51:12+00:00luglio 5th, 2018|cinema|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio

Leave A Comment