È VERO – Stefano Dragone tra comicità e riflessione

//È VERO – Stefano Dragone tra comicità e riflessione

È VERO – Stefano Dragone tra comicità e riflessione

In scena fino a domani al Teatro In Portico, il recital di e con Stefano Dragone torna a Roma dopo oltre 150 repliche confermando una larga partecipazione di pubblico e un successo personale dell’autore – interprete. Costruito in una sorta di one – man show, È vero si sviluppa dalle tematiche personali e intime dell’artista, raccontate con leggerezza ed efficacia, partendo da toni comici e allegri nell’ottica di condivisione e divertimento.

Uno spettacolo suggestivo, quello a cui dà voce l’attore romano, il quale si rivela cantore e interprete di emozioni e sentimenti nell’affrontare svariati temi, tra cui la famiglia, l’amicizia e persino il senso della vita. Caratterizzato da gags tanto coinvolgenti quanto profonde, il prodotto teatrale di Dragone spicca per il linguaggio diretto e pulito, affascinando gli spettatori con versi ricercati. Toccanti gli omaggi inseriti nel tessuto teatrale del recital, a partire dal ricordo dei nonni fino ad arrivare al delicato argomento della povertà, suscitando una profonda riflessione sul rapportarsi con il prossimo e con il passato. Spazio anche ad altri argomenti intensi, quali l’amore e  la condanna alla violenza sulle donne, unitamente a responsabilità e poesia, tutti affrontati con maestria recitativa e trasformismo scenico. A sorreggere il tutto le tonalità coinvolgenti bilanciate tra linguaggio aulico e poetico accanto alla caratterizzante parlata romanesca, a sancire l’orgoglio delle origini nella città eterna e la volontà di omaggiare la capitale. Volutamente essenziale, l’assetto scenico sul palco, messo in evidenza grazie ad uno studiato spostamento di luci, risulta corredato dalla componente fonica e musicale, costituita per lo più da brani tipici della canzone italiana e romanesca, cantati dallo stesso protagonista.

By | 2018-05-13T00:53:19+00:00 maggio 12th, 2018|teatro|0 Comments

About the Author:

Federico Di Massimantonio

Leave A Comment